Progetto

Le raccolte manoscritte di Nicola Sorricchio (1710-1785), redatte nella seconda metà del Settecento, sono conservate presso gli eredi e si compongono di 13 volumi, di cui dodici manoscritti e un testo a stampa. È uno dei più ricchi fondi manoscritti nel patrimonio culturale della regione Abruzzo, tra i più preziosi e singolari dell’intera realtà centro-meridionale. Spesso menzionati nelle ricerche storiche e letterarie, solo raramente i manoscritti Sorricchio sono stati oggetto di studi specifici, in quanto finora mai pienamente accessibili alla consultazione. Questo patrimonio costituisce una fonte essenziale per la storia di Atri e della famiglia Acquaviva e dei suoi feudi abruzzesi, ma è utile anche a comprendere nodi cruciali della storia abruzzese e del Regno di Napoli, dal Medioevo al Settecento.

L’obiettivo principale del progetto è  la creazione di una Digital Library realizzata secondo le vigenti linee guida nazionali e internazionali riguardanti i progetti di digitalizzazione nell'ambito delle digital humanities.

Documenti

 

ultimo aggiornamento: 2017-03-07 20:14:47